• img-book

    Anna Rita Delucca

ISBN: 978-88-98130-96-2
Categorie: ,

La collina dell’anima

by: Anna Rita Delucca

Origine e storia di una “Montagne Sainte Victorie” Italiana. Grizzana Morandi è un territorio tutto da scoprire, arroccato nel silenzio ascetico dell’Appenino tosco emiliano. Come Cézanne anche Giorgio Morandi incontrò un magico luogo d’ispirazione, dove la sua spiritualità poté esprimersi attraverso la pittura di paesaggio, raccontando l’anima, descrivendo un mondo “altro” che va “oltre” la […]

Meet the Author
avatar-author
Anna Rita Delucca, laureata alla facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna, con indirizzo in Storia dell’Arte Moderna,  si occupa da molti anni di libera ricerca scrivendo testi, cataloghi e articoli per riviste d’arte specializzate. Ha fatto parte di importanti comitati scientifici, tra cui la Biennale di Firenze 2013/’15/’17 e il Premio Arte Salerno 2016/’17. Dal 2012 dirige a Bologna l’Associazione Arte e Cultura La Corte di Felsina che si occupa di promozione di artisti di talento.
Books of Anna Rita Delucca
About This Book
Anteprima

Origine e storia di una “Montagne Sainte Victorie” Italiana. Grizzana Morandi è un territorio tutto da scoprire, arroccato nel silenzio ascetico dell’Appenino tosco emiliano.

Come Cézanne anche Giorgio Morandi incontrò un magico luogo d’ispirazione, dove la sua spiritualità poté esprimersi attraverso la pittura di paesaggio, raccontando l’anima, descrivendo un mondo “altro” che va “oltre” la realtà visibile.

Ma questi LUOGHI DEL SILENZIO racchiudono una storia millenaria, attraversata da culture ed eventi i quali, nel corso dei secoli, hanno plasmato le popolazioni che si sono succedute nelle terre straordinarie dell’Appenino.

Dettagli

ISBN: 978-88-98130-96-2
Casa Editrice: Cordero Editore srls
Data di Pubblicazione: 2018
Numero di Pagine: 164

Dopo ventidue anni dall’uscita del primo studio sul paesaggio morandiano, l’autrice ritorna sul tema del paesaggio di Grizzana, territorio unico e dalla natura selvaggia, per osservarlo, questa volta,dal punto di vista del suo valore storico, paesaggistico ed artistico ma in particolare, per il rapporto che il grande pittore dell’anima, Giorgio Morandi, ebbe con questo luogo di meditazione e d’ispirazione creativa. Nel testo è espresso il desiderio di cercare una risposta al mistero sul motivo per cui Giorgio Morandi trasse ispirazione, nelle sue opere di paesaggio - quelle spiritualmente più elevate ‘oltre la realtà’- proprio da un luogo semplice, solitario, silenziosamente arroccato sull’appennino bolognese. Non una mera ricerca tecnica ma altresì uno spunto per addentrarsi nella storia personale dell’artista, come pure nella sua anima, per carpire quella misteriosa ispirazione che si nasconde ‘dentro’ la sua arte.